Marche – Complanare Marotta: l’interrogazione Idv per risolvere la situazione

di Ufficio stampa Idv Marche | 16 novembre 2011, 13:39 | Interrogazioni Parlamentari, Marche

On. Favìa: “Bisogna riconsiderare l’opera e prevedere un prolungamento del tratto per rendere l’investimento effettuato pienamente efficace”
Ho presentato un’interrogazione a risposta urgente in VIII Commissione alla Camera (AMBIENTE, TERRITORIO E LAVORI PUBBLICI) al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sull’incompiuta complanare nel Comune di Marotta.

Dopo l’ottimo lavoro di squadra compiuto dall’Italia dei Valori nel locale, abbiamo raccolto materiale, idee e suggerimenti degli stessi cittadini per preparare un’interrogazione ad hoc e avere risposte nei più brevi tempi possibili.

Siamo infatti convinti che il Governo deve riaprire al più presto un tavolo ufficiale tra tutti gli enti interessati. Bisogna chiedere ad ANAS e società Autostrade di riconsiderare l’opera e prevedere un prolungamento del tratto: rendendo, così, l’investimento effettuato pienamente efficace. Voglio quindi capire che cosa il Governo pensa di fare per risolvere la situazione.

Ovviamente, mi auguro di non avere risposte a causa della caduta di questo Governo che tanti danni ha fatto all’Italia. Questo alla luce della strategica importanza della costruzione, nel tratto marchigiano della A14, della III corsia autostradale che rappresenta un’ occasione irripetibile, attraverso le cosiddette “opere compensative”, realizzate a spese della Società Autostrade, per migliorare la viabilità locale che interseca l’Autostrada ma, soprattutto, per risolvere definitivamente la condizione di enorme disagio patita dalle popolazioni, prigioniere di un traffico asfissiante, che subiscono quotidianamente le drammatiche conseguenze di vivere lungo la SS 16.

Già il Comune di Mondolfo in sede di Conferenza dei Servizi ha richiesto ed ottenuto dalla Società Autostrade la costruzione di 1 Km di Circonvallazione che oltrepassa la frazione di Marotta di Mondolfo, a monte dell’autostrada, dalla SP 424 pergolese sino al confine col Comune di Fano.

Tuttavia la mancanza di coordinamento tra i comuni confinanti rende l’opera una clamorosa incompiuta, limitandone le enormi potenzialità in termini di miglioramento della sicurezza stradale, della viabilità e della vivibilità della popolazione di alcuni quartieri di Marotta. Il 17 aprile 2010, una manifestazione, a cui hanno partecipato, oltre ad un buon numero di cittadini, anche tutti i partiti e i sindaci interessati dall’opera, ha risvegliato l’esigenza di riaprire un dibattito.

A tal proposito, nei mesi si sono susseguiti alcuni incontri che hanno portato ad un accordo di massima e hanno portato la Regione, tramite l’Assessore Regionale competente, a considerare la possibilità di aprire un nuovo tavolo con ANAS e società Autostrade, vista la praticabilità del progetto, reso, peraltro, ancora più semplice dalla costruzione di strade predisposte al servizio dei cantieri.
 
L’Italia dei Valori chiede quindi che si intervenga con tempestività, dato che proprio in questo periodo i lavori che interessano la zona si stanno avviando a conclusione.

On. David Favìa, coordinatore Idv Marche